Un salto a Palazzo

Posted by on 9, marzo, 2021 in Appunti sulla moda, ☺Idee per il weekend | 0 comments

Un salto a Palazzo
Idee-per-il-week-endUn salto a Palazzo è doveroso in vista delle nuove chiusure Covid-19. Un modo per ricordare durante le prossime settimane il piacere di avvicinarsi all’arte. L’offerta milanese è ridotta ma a Palazzo Reale è possibile ammirare l’esposizione chiamata: “Divine Avanguardie. La donna nell’arte russa”. Una mostra tutta al femminile dedicata al ruolo delle donne nello stato russo.
Si parte con una sala dedicata alle icone ortodosse della Vergine e si arriva alla donna operaia della Rivoluzione sovietica. Il tutto visto dall’occhio di artiste donne che arrivano fino al Suprematismo passando dal Futurismo. Le sale da visitare sono 7 a cui si aggiunge una macrosezione dedicata alle donne artiste del Novecento sovietico. Durante il percorso espositivo la donna si trasforma passando dalla classica icona devota alle lussureggianti zarine sovietiche come Caterina la Grande fino ad trasformarsi in un insieme di elementi geometrici colorati.
Interessante la sezione sul mondo del sommerso e sulle contadine russe: gran parte della popolazione femminile ridotta a serva della gleba ufficialmente fino al 1861 (data abolizione ufficiale) ma di fatto fino agli anni Trenta del Novecento. Parallelo a questo desolato mondo, si osserva la vita cittadina di donne più benestanti e ricche. Qui la figura femminile è elegante e ritratta in appartamenti lussuosi ma la crepa della società patriarcale dove la donna è buona madre e schiava di matrimoni combinati infelici. L’ultima parte della mostra parla di una donna emancipata che si ribella e diventa principale esponente della vita sociale del tempo. Sono espressivi i ritratti di M. Baskirceva e di Olga Rozanova. Alla fine del percorso si ammira il lavoro sulla monumentale statua “L’operaio e la kolkotsiana” di Vera Muchina che vinse il premio Stalin nel 1914 e che è un bel gruppo scultoreo di 24 metri… ma questa è un’altra storia!

Commenti social

commenti

Dì la tua... scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Formula test! * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>